Nuovi fondi per la ricerca e l’innovazione

In una società fondata sempre di più sulla conoscenza, l’università e la ricerca sono fondamentali. Chi investe su questi settori ha le chance maggiori di crescita e valorizzarli, attraverso specifici investimenti e un riconoscimento delle eccellenze, dimostra visione strategica. In questa direzione va letto lo stanziamento dei fondi per finanziare l’assunzione di 1000 ricercatori e il potenziamento dei progetti di ricerca di interesse nazionale (Prin) destinati agli atenei, il cui bando sarà dotato di ingenti risorse. Proprio il bando è il frutto di un intenso e lungo lavoro con i cluster del paese e riguarda quattro aree prioritarie: industria 4.0, salute, cibo e aereospazio. Conoscenza e sviluppo camminano insieme.

Inoltre, con la manovra sono stati sbloccati dopo molti anni i fondi per i progetti di social innovation e il decreto che distribuisce il fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del paese ha assegnato più di un miliardo alla ricerca di base pluriennale. Fino al 2032 ci saranno a disposizione 1,2 miliardi.

Cambiare questo Paese si può. Avanti, insieme.